crossfit donna

Donna: 6 Falsi miti su allenamento e alimentazione a cui devi smettere di credere

È quel periodo dell’anno in cui ogni donna si trova a metà tra panico e gioia infinita: l’ultima perché finalmente va in vacanza, la prima perché dovrà mettersi in costume e fare i conti con se stessa (o più probabilmente con l’immagine distorta che ha di sè).

In questo articolo faremo finta di ignorare se sei di quelle che si sono allenate tutto l’inverno o di quelle che da un mese digitano su Google “dimagrire velocemente” e “rassoda glutei in una settimana” perché fino a ieri te ne stavi sul divano a guardare Grey’s Anatomy. In questo articolo elenchiamo i 6 falsi miti su alimentazione e allenamento, che sono più duri della gramigna a morire. Sono quei dubbi che si sono insediati nei vostri cervelli da sempre e non sappiamo più come togliervi. Ma ci proviamo (di nuovo).

1. Alzare pesi ti fa diventare grossa

Le donne sono spesso spaventate dalla credenza che alzare pesi pesanti voglia dire mettere su muscoli grossi come quelli del nostro amato Schwarzenegger. Se puoi sicuramente diventare più muscolosa con il weightlifting, diventare “grossa” è questione di (grande) impegno. Il livello di testosterone nella donna è tra 15 e 20 volte più basso di quello di un uomo, ormonalmente parlando. Essere grosse è spesso il risultato di un lavoro sulla crescita muscolare fatto senza pensare all’alimentazione. In altre parole: l’alimentazione è la principale colpevole in quello che molte donne vedono come risultato di un allenamento di weightlifting.

Stare lontana da tutto ciò che pesa più del tuo ferro da stiro, dunque, è un grosso errore. Il lavoro con i pesi è fondamentale per migliorare la densità ossea, la mobilità articolare e la composizione corporea. Soprattutto se parliamo di pesi più importanti di quei bilancieri da 5-10kg che trovi in tutte le palestre.

2. Una caloria è una caloria. Se vuoi perdere peso, mangia meno.

Il mito della calorie fa molto anni Novanta. Secondo la leggenda meno calorie introduci durante il giorno, più peso perdi. Calorie che entrano contro calorie che escono, giusto? Anche se un taglio drastico delle calorie può avere risultati nel breve periodo, ci sono delle conseguenze importanti come squilibri ormonali, disordini alimentari, fame compulsiva, sensazione di privazione, ipertiroidismo, disfunzioni dello zucchero nel sangue e altre. Se il tuo obiettivo è perdere peso o massa grassa, devi consumare più calorie di qualità non meno calorie in genere. Per la maggior parte delle donne una dieta da 1800 calorie è il minimo che dovrebbero consumare per vedere un minimo di cambiamento nella massa corporea e anche sulla bilancia.

L’unico modo per avere un risultato sostanziale per la perdita di grasso e di peso, è guarire il proprio metabolismo e questo significa mangiare cibo sano in quantità. Quindi: carne, verdure e grassi buoni in ogni pasto, niente zucchero, un po’ di verdura E TANTISSIMA ACQUA.

3. Se mi alleno tantissimo, perdo peso e mi tonifico

Ripetiamolo insieme ancora una volta: l’80% del tuo fisico lo fa l’alimentazione. Quindi se stai cercando di dimagrire, prima di tutto concentrati su quello che entra dalla tua bocca.

4. Il tapis roulant è tuo amico

Stai sicura che se entri in una qualsiasi palestra del mondo nell’ora di punta, ti trovi tutti i tapis roulant, gli step e le ellittiche occupate da donne che si affannano come criceti su una ruota. Fare cardio tutti i giorni non ti porterà a dimagrire: quello che ti fa bene è è l’intensità dell’allenamento e la sua varietà. Se spingiamo troppo o facciamo lo stesso allenamento cardio tutti i giorni il nostro corpo non solo si abitua, ma anche i nostri ormoni e il nostro metabolismo si fermano. Per non parlare del fatto che l’allenamento con i pesi può in realtà alzare il metabolismo anche molto dopo l’allenamento. ( A questo proposito leggi anche il nostro articolo sulla gluteus machine)

5. Mangiare grassi mi fa ingrassare

Mangiare i grassi giusti (omega 3 e monoinsaturi) aiuta a bruciare i grassi. La maggior parte dell’accumulo di grasso arriva dal mangiare più carboidrati di quelli che ci servono: questo ci trasforma in bruciatori di zuccheri, invece che di grassi. E comunque i carboidrati SERVONO, ma ci servono anche i grassi. Quindi fai spazio ai grassi buoni nella tua dieta e cerca di fare in modo che la maggior parte dei carboidrati che assumi vengano dalle verdure e un paio di porzioni di frutta al giorno. Amidi come patate, patate americane, riso o avena sono ok, soprattutto dopo un workout quando il tuo livello di glicogeno è più basso.

6. I carboidrati sono il nemico

Ok, lo diciamo ancora una volta: i carboidrati ci servono perché ci danno energia (per non parlare di vitamine, minerali e fibre). Come per mangiare abbastanza calorie (vedi mito nr. 2), anche mangiare abbastanza carboidrati è un segnale al tuo corpo che sta bene ed è equilibrato. Soprattutto nelle donne, l’insulina (l’ormone prodotto dal pancreas che ci permette di trasformare lo zucchero in energia) manda un messaggio al sistema riproduttivo dicendogli che è tutto ok. Low carb o zero carb possono, quindi, causare una risposta ormonale di privazione che manda il fisico in uno stato di panico, causando reazioni come la mancanza del ciclo, stress, fatica, ecc.

Quindi, cosa vuol dire una presenza sana di carboidrati? Ad esempio un’insalatona con petto di pollo, avocado e verdure colorate condita con olio di oliva, oppure salmone alla griglia e broccoli. Usa verdure colorate e riempi metà piatto con quelle.

 

Hai dubbi o domande in particolare sul tuo allenamento e i cibi adatti a te? Scrivi nei commenti o mandaci una email. 

(Fonte: Boxlife Women)